Come effettuare correttamente il RINVASO delle Orchidee

Come effettuare correttamente il RINVASO delle Orchidee

Ciao Flogheter's!😁

se è già un pò di tempo che avete adottato le vostre Orchidee potreste trovarvi nel fatidico momento del rinvaso...

Pratica fondamentale per garantire alla pianta nuova vita e vigore in attesa della prossima fioritura.

Come tutte le fasi di coltivazione delle Orchidee, anche il rinvaso necessita di una procedura semplice, ma precisa, perciò andiamo a vederla insieme nel dettaglio, suddividendola come nostro solito, in step.

QUANDO DEVO RINVASARE?

Il rinvaso può essere considerata sia una pratica di routine nel corso della vita della pianta, così come un azione necessaria nel caso in cui si riscontrino problemi particolari.

In questo Articolo prendiamo in riferimento una situazione standard, senza particolari difficoltà.

Perciò il momento giusto è dopo la fioritura, orientativamente il momento migliore potrebbe essere tra Primavera ed inizio Estate.

DI QUALI MATERIALI ABBIAMO BISOGNO?

Ci servono:

  • BARK, specifico per la tipologia di Orchidea che andiamo a rinvasare
  • VASETTI TRASPARENTI, della misura adatta alla nostra Orchidea

Nel nostro shop trovi tutti gli articoli che necessitano, acquistabili singolarmente o nel nostro specifico "Kit Rinvaso".

Trovi tutto qui.

COME EFFETTUARE IL RINVASO?

1) Prima di tutto, togli l'Orchidea dal vecchio vasetto, facendo attenzione a non rovinare eccessivamente l'apparato radicale. 
2) Uno volta tolta dal vasetto, "svuota le radici" togliendo tutti i residui del vecchio Bark.
3) Taglia le radici secche, lasciando solamente quelle ancora in buono stato.
4) Nel vasetto nuovo, inserisci un primo strato di bark (non riempie subito il vasetto)
5) Inserisci l'Orchidea all'interno del Vasetto facendo attenzione che le radici possano esser ben visibili all'esterno del vaso. Come spiegato nei precedenti articoli, questa operazione è importante al fine di comprendere quando sarà il momento in cui annaffiare la pianta.
6) Una volta ben posizionata l'Orchidea nel nuovo vasetto, riempire le parti vuote con il bark.

    CONSIGLI UTILI:

    Non riutilizzare il vecchio vasetto.

    Se proprio c'è la volontà e necessità di farlo, pulirlo e disinfettarlo prima del riutilizzo.

    Dopo il rinvaso, non procedere subito all'annaffiatura ma attendere almeno 4-5 giorni.

     

    ORA SIETE PRONTI PER EFFETTUARE IL RINVASO!

    Fateci sapere nei commenti se le vostre Orchidee apprezzeranno e se i nostri consigli vi sono stati utili!

     

    Un abbraccio,

    al prossimo articolo!!

    I ragazzi del Team Flogheter 🦋

     

    Rileggi questo articolo più volte al fine di memorizzare questi semplici consigli o, se preferisci, scarica gratis la nostra guida riassuntiva e portala con te al momento del prossimo acquisto!

    SCARICA LA NOSTRA GUIDA QUI!

     

    CONTENUTI AGGIUNTIVI DI QUESTO ARTICOLO:

     

     

    VUOI ACQUISTARE I NOSTRI PRODOTTI PER IL RINVASO? ECCOLI:


    .
    .
    .
    .
    .
    ARTICOLO REDATTO IN COLLABORAZIONE CON:

     

    Orchidcoach

    Profilo Instagram: LEORCHIDEEDIGESSICA

      Lascia un commento

      Tieni presente che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

      Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.